E Oracle trovò a Empoli il Rinascimento digitale

· ·

L'accordo tra il colosso mondiale e Cabel per il sistema informatico degli istituti bancari italiani

Dalla Silicon Valley a Empoli per offrire alle banche italiane gli strumenti necessari ad affrontare il loro (indispensabile) “rinascimento digitale”.

E’ lo scopo della collaborazione tra Oracle, colosso dell’informatica con sede in California, e Cabel, società toscana di servizi per il sistema bancario, che ha permesso di lanciare sul mercato italiano FLEXCUBE, uno dei sistemi informatici più usati al mondo.

E’ una piattaforma tecnologica che consente di gestire gli aspetti dell’attività bancaria, da quelli più tradizionali fino all’interazione con i robo-advisor.

FLEXCUBE ogni anno elabora 26 miliardi di transazioni bancarie in 142 Paesi e viene impiegato da 600 istituti, pari a circa il 10% delle banche di tutto il mondo (tra le quali Citi, JP Morgan, Barclays e le divisioni estere di Intesa Sanpaolo).

BACK

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi